FANDOM


Opere - Film, Libri e Videogiochi

Boxpadrino1.png Boxpadrino2.png Boxpadrino3.png Boxpadrinosaga.png Boxpadrinolibro1.png Boxsiciliano1.png Boxritornopadrino.png Boxvendettapadrino.png Boxgioco1.png Boxgioco2.png

Altro: Il Padrino parte IV - The Family Corleone

Questa voce è tratta parzialmente, o totalmente, da Wikipedia.


Locpadrino2.jpg
Informazioni Tecniche
Titolo Originale

The Godfather part II

Anno

1974

Durata

200'

Doppiatori
Staff


- La tua famiglia porta ancora il nome dei Corleone. E tu devi sempre portare rispetto per le cose della famiglia.
- A' famigghia mia nun mangia ca'! Nun mangia a Las Vegas! E nun mangia a Miami!

- Michael Corleone e Frank Pentangeli, [fonte]


Il Padrino parte II (1974) è il premiato sequel de il Padrino. Segue a il Padrino parte I e precede il Padrino parte III.

Il FilmModifica

Il film segue due distinti filoni narrativi. Racconta infatti le vicende del giovane Vito Corleone e del suo successore, il figlio Michael, alla guida della famiglia.

Il giovane VitoModifica

Vitogiovane.jpg

Il giovane Vito Corleone.

Il piccolo Vito Andolini, nel 1901, assiste impotente al massacro della propria famiglia da parte del boss della città di Corleone, in Sicilia. Per salvarlo viene fatto emigrare a New York, dove per una svista anagrafica il suo cognome viene convertito in Corleone, essendo stato scambiato con il nome della sua città natale, e lavora onestamente presso il negozio di alimentari del Sig. Abbandando. Ad un anno dal suo matrimonio con Carmela e dalla nascita del suo primogenito, Sonny, Vito viene licenziato in favore del nipote di Don Fanucci, piccolo ma feroce boss di quartiere. Successivamente, si imbatte in Peter Clemenza e Sal Tessio, che divengono suoi amici e con i quali compie, per vivere, piccoli furti ai quartieri ricchi. Fanucci li ricatta a fine di estorsione, imponendo un alto tributo finanziario, ma il giovane Vito, fingendo di assecondarlo, lo uccide a colpi di pistola. Inizia così la sua ascesa nella criminalità, e in pochi anni diviene uno dei più importanti boss di New York. Divenuto un potente e temuto signore del crimine, Don Vito ritorna a Corleone, e vendica i genitori uccidendo barbaramente il loro assassino.

Don Michael CorleoneModifica

Molti anni dopo, nel 1959, il figlio Michael guida l'organizzazione criminale dei Corleone nel Nevada. Da molti anni è immerso in affari assai vantaggiosi nel campo del gioco d'azzardo del Nevada e nella Cuba corrotta del dittatore Fulgencio Batista, insieme ad altri malavitosi e a uomini d'affari prevalentemente statunitensi. Il ricco e potente capitalista ebreo Hyman Roth, guida del lucroso business a Cuba, trama per eliminare subdolamente Michael, riuscendo quasi nel suo intento grazie ad alcuni sicari inviati alla sua villa sul lago Tahoe, uccisi da un misterioso basista prima di essere catturati dagli uomini dei Corleone. Michael sospetta proprio di Hyman Roth, e si reca a Miami, dove vive, facendogli credere che dubita del proprio ex Caporegime, ora boss a New York, Frank Pentangeli, che da lungo tempo preme per avere il permesso di assassinare i fratelli Rosato, protetti da Roth.


MichaelCorleone.jpg

Michael Corleone.

Nel frattempo, Tom Hagen assume il comando della Famiglia Corleone, e a nome di Michael organizza un piano per controllare Patrick Geary, il senatore del Nevada che ha osato ricattare i Corleone. Spedisce Al Neri al loro bordello di Las Vegas, e uccide la prostituta in compagnia del senatore, tramortendo quest'ultimo. Geary, una volta sveglio e in stato confusionale, teme di aver ucciso la ragazza. Tom Hagen si reca sul posto di persona, e gli suggerisce cosa fare: recarsi nella villa al lago Tahoe e proclamare il suo rispetto per i Corleone, unico mezzo per salvarsi la reputazione. Michael chiede a Pentangeli di fare la pace con i Rosato, con l'intento di smascherare il traditore all'interno della propria famiglia. Ma durante l'incontro con i Rosato, Pentangeli viene aggredito e tramortito, e viene indotto a credere che sia una mossa del doppiogiochista Michael. A Cuba, Michael scopre che il traditore è il fratello Fredo, il quale ha venduto a Johnny Ola, scagnozzo di Hyman Roth, alcune importanti informazioni sulle divisioni della famiglia e ha introdotto i sicari nella villa. Fallito il tentativo di eliminare Roth a Cuba, Michael torna negli Stati Uniti a seguito della presa del potere di Fidel Castro, dove affronta una commissione d'inchiesta senatoriale, dietro alla quale c'è Roth. La commissione accusa Michael avvalendosi delle delazioni del pentito Frank Pentangeli, il quale viene però indotto a tacere al momento dell'interrogatorio dall'imprevista e inquietante presenza in aula del fratello, il boss siciliano Vincenzo Pentangeli. Assolto dalle accuse di associazione mafiosa, Michael trama la propria vendetta contro Hyman Roth, che fa uccidere all'aeroporto di Miami da Rocco Lampone. Successivamente, spinge Frank Pentangeli al suicidio in cella, con la promessa di risparmiare la sua famiglia, e fa uccidere Fredo dal suo guardaspalle Al Neri sul lago Tahoe. Eliminati, per la seconda volta, tutti i nemici della famiglia, Michael si ritrova solo nella villa sul lago: dopo il processo Kay lo ha lasciato, stanca di vivere con un criminale.

CuriositàModifica

  • Il padrino parte II è stato il primo e fino ad ora unico sequel nella storia del cinema a vincere l'Oscar al miglior film, mentre Marlon Brando e Robert De Niro sono gli unici due attori ad aver vinto entrambi l'Oscar interpretando lo stesso personaggio, Vito Corleone, rispettivamente da anziano e da giovane.
  • Coppola desiderava ardentemente riproporre Richard Castellano per la parte di Peter Clemenza da vecchio, vista l'importanza del personaggio. Tuttavia, Castellano, noto per la sua testardaggine, rifiutò l'ipotesi di un ritorno nella saga poiché Coppola non intendeva lasciare che l'agente dell'interprete scrivesse appositamente le battute del personaggio. Alla fine, per colmare il vuoto lasciato da Clemenza, venne creato il personaggio di Frankie Pentangeli.
  • In una recente intervista, il regista Coppola ha affermato di essere un devoto della Madonna, e che quando era piccolo andava a pescare con la famiglia, recitando ogni volta la preghiera dell'Ave Maria, e che trovò interessante l'idea di farlo ripetere al personaggio di Fredo Corleone poco prima di venire assassinato per ordine del fratello.
  • Nella scena finale, in cui Michael fa uccidere il fratello Fredo, successivamente ricorda una riunione con i fratelli in occasione del compleanno del padre Vito. Coppola intendeva fare arrivare sulla scena Marlon Brando, che però non accettò a causa di vecchi rancori verso la Paramount relativi al compenso per il primo episodio della trilogia. Il regista allora fece girare appositamente una scena sostitutiva in cui Robert De Niro, ovvero Vito da giovane, tiene in braccio Michael bambino.
  • Quando Coppola propose il titolo del film come Parte II, trovò inizialmente una fiera e ostinata opposizione: i produttori erano convinti che il pubblico, leggendo Il padrino parte II, pensassero che si trattasse del secondo tempo del film Il padrino e che quindi, avendolo già visto, non sarebbero ritornati al cinema.
  • Le scene ambientate a Corleone, in verità, furono girate a Forza d'Agrò, a Savoca e a Motta Camastra, in provincia di Messina.
  • Nella versione originale del film Robert De Niro recita in italiano con spiccato accento siculo. Il perfezionismo dell'attore lo portò a studiare per 6 mesi (prima dell'inizio delle riprese) il dialetto siciliano della zona da cui Vito Corleone proveniva.

Doppiaggio italianoModifica

  • L’edizione italiana è stata diretta da Ettore Giannini.
  • Dato che Robert De Niro non poteva essere doppiato dall’interprete storico Ferruccio Amendola (visto che già prestava la voce a Michael), il direttore Giannini scelse Pino Colizzi. Colizzi (che considera ancora oggi Ettore Giannini come un grande maestro) fece una buona interpretazione, riuscendo a ricreare il particolare timbro di voce di Vito. Unica pecca è che Colizzi è anche il doppiatore di Sonny Corleone sia in questo film, che nel primo.
  • La voce di Frankie Pentangeli è di Giuseppe Rinaldi, storico doppiatore di Marlon Brando ne Il padrino e in molti altri film.
  • Per la versione televisiva il Padrino: la Saga, alcune voci nelle scene integrate sono differenti: ad esempio la voce di Robert De Niro è di Francesco Pannofino.
  • Nel film è presente Oreste Baldini nel ruolo del piccolo Vito Corleone. Baldini è un noto doppiatore che ha prestato la voce ad attori come Johnny Depp (Minuti contati, Ed Wood), Crispin Glover (Ritorno al futuro) e Tim Roth (Le Iene, Tutti dicono I Love You e molti altri).

Trailer e scene tagliateModifica

Clicca qui per vedere i Trailer e le scene tagliate dal film.

CopioneModifica

Clicca qui per leggere il copione del film in lingua originale.

CastModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale